Spiaggia di Ciraccio

Il sole, il mare e la sabbia sono tutto ciò di cui si necessita per vivere una vacanza con i fiocchi e nel relax più assoluto!

Quando si deve partire per un viaggio, si è soliti informarsi su tutti i luoghi più belli da vedere, dove mangiare, cosa fare la sera e quali sono le spiagge più gettonate del luogo.

Tra le tante spiagge dell’isola di Procida c’è, tra i tanti arenili a disposizione, una litorale molto famoso e bello (come potrebbe non esserlo d’altronde) che è la famosa spiaggia di Ciraccio.

Un luogo suggestivo e con colori spettacolari all’alba e al tramonto che regala una vista mozzafiato e una tranquillità fuori dal comune.

Questa spiaggia che si affaccia sul golfo di Napoli è l’ideale per le famiglie e gli anziani, dato che è una spiaggia molto agevole da raggiungere e vivere per chi voglia di trascorrere qualche ora in riva al mare a leggere un libro o a divertirsi con i nipotini.

Inoltre, è il luogo ideale in cui potersi recare con gli amici dato che la riva è grande e si può tranquillamente organizzare un torneo di calcio o pallavolo, ovviamente solo negli orari in cui la spiaggia non è troppo affollata.

La spiaggia di Ciraccio si trova sulla parte occidentale dell’isola vicino alla spiaggia del Ciraciello, o, come la chiamano gli abitanti del luogo, Chiaiolella.

Spesso proprio questa vicinanza crea una certa confusione su come raggiungere questo luogo dato che in realtà è possibile accedervi anche dalla spiaggia di Chialolella.

Infatti, sono presenti due ingressi: uno situato a sei minuti a piedi dalla fermata dell’autobus “Rotonda”, e l’altro è situato invece in via C. Colombo dove vi arriva un altro pullman.

Il punto è che si distinguono due spiagge e due nomi, ma in realtà sono un’unica grande costa divisa da alcuni faraglioni in tufo.

In ogni caso, se si è scelto un hotel troppo lontano, è un luogo raggiungibile anche a piedi, in scooter o in bici perché la strada è in buone condizioni e non si devono fare lunghi tratti in salita.

Spiaggia di Ciraccio nel dettaglio

La spiaggia di Ciraccio è un lungo tratto di costa prevalentemente sabbioso che parte dai famosi faraglioni, mentre al di là di questi ultimi si trova un’altra spiaggia, come prima accennato, alla cui estremità vi è un lungo ponte che collega l’isola di Procida con il piccolo isolotto di Vivara.

L’isolotto di Vivara quindi si trova sulla parte destra della costa ed è visibile lungo tutta la riva e in un certo senso delimita la zona creando una sorta di arenile.

La sabbia è molto scura e ricorda le sue origini vulcaniche come su tutte le altre spiagge di Procida.

La riva è abbastanza ampia ed è abbracciata alle sue spalle da un promontorio che regala alcune ore di ombra al mattino, mentre il resto della giornata il sole picchia molto forte anche se è una zona in cui soffia spesso e volentieri molto vento facendo sì che non si soffra eccessivamente il caldo.

Ovviamente durante le ore del pomeriggio può capitare che il caldo sia molto forte perché magari soffia meno vento ed infatti è fortemente consigliato, se si vuole stare sulla spiaggia libera, portarsi un ombrellone che possa essere eventualmente utilizzato.

Vicino ai faraglioni in tufo, che si sono formati dopo la frana della costa rocciosa, vi sono alcuni stabilimenti balneari che mettono a disposizione lettini, ombrelloni, bar e tutto ciò che un lido degno del suo nome possa proporre; da quell’altro lato, quindi allontanandosi dai faraglioni, la spiaggia è prevalentemente libera, anch’essa ben curata e pulita.

Che si decida di andare sulla parte pubblica o quella privata, vale la pena godersi nel pomeriggio o prima di pranzo uno bell’aperitivo in riva al mare in uno dei bar presenti sui lidi.

Per quanto riguarda il mare, questo è limpido e trasparente e la costa è prevalentemente bassa.

Il contrasto del mare con la sabbia scura lo rende ancora più piacevole alla vista perché entra in gioco un contrasto di colori molto affascinante.

Ovviamente quando è più agitato non bisogna aspettarsi un’acqua cristallina poiché sarà facile trovare qualche alga in più, ma basterà andare un po’ più a largo per trovare l’acqua trasparente, facendo ovviamente attenzione perché se ci sono onde troppo alte può essere davvero pericoloso!

Rispetto alla Chiaiolella, la spiaggia di Ciraccio è più appartata e quindi più tranquilla, anche se bisogna considerare che ci si trova su una delle tre isole del golfo di Napoli che vengono ogni anno assediate da turisti di tutto il mondo: tedeschi, inglesi, svizzeri e anche americani.

La zona più affollata sarà, sicuramente, quella in prossimità dei faraglioni dato che molte persone si recano su questa spiaggia anche solo per vederli e dopo qualche ora andarsene.

Quando visitare la spiaggia di Ciraccio

Partendo dal presupposto che qualsiasi momento è adatto per visitare una spiaggia per qualche ora una giornata intera, si consiglia comunque di visitare questo luogo durante il tramonto oppure all’alba perché i colori che si creano tra mare e cielo sono mozzafiato e vale la pena godersi questi momenti per scattare qualche foto o semplicemente bere qualcosa di fresco con il sole a picco sul mare.

Ovviamente, la spiaggia sarà più bella nei mesi in cui non c’è molta affluenza di persone: Maggio/Giugno e Settembre/Ottobre sono i periodi migliori dato che le persone iniziano a lavorare e sicuramente gli stabilimenti balneari sono meno affollati e quindi c’è sicuramente più silenzio e tranquillità.

L’unico rumore che sentirete sarà quello delle onde del mare.

Inoltre, in questo periodo le spiagge sono sempre più pulite rispetto a Luglio o Agosto perché c’è meno gente che lascia rifiuti in giro.

A fine estate, poi, il mare regala delle sensazioni che in altri periodi dell’anno non concede: nostalgia per il periodo di caldo che sta terminando e speranza che il nuovo inverno possa regalare gioia a tutti e che possa in qualche modo prepararci alla prossima stagione estiva.

Che sia una giornata, una settimana oppure un weekend a Procida, vale la pena visitare la spiaggia di Ciraccio per godersi qualche ora di pace e tranquillità.