Spiaggia della Chiaia

Monasteri e abbazie, set cinematografici e le tante colorate abitazioni dei pescatori, non sono le uniche attrattive dell’isola di Procida.

La spiaggia della Chiaia è infatti considerata la spiaggia cittadina principale dell’isola che attira attorno a sé ogni anno migliaia di turisti e visitatori che vogliono regalarsi un tuffo nel blu, incorniciato dalle bellezze della Capitale della Cultura italiana 2022.

Tra Punta dei Monaci e Punta Pizzaco sorge infatti questo luogo incantato baciato dal sole dove, per arrivare, è possibile percorrere una suggestiva e caratteristica scalinata composta da ben 180 gradini.

Da qui è possibile godere di questa spiaggia unica nel suo genere, un luogo di balneazione che possiede tutta l’intimità di una piccola spiaggia, ma che è anche dotato di servizi e soprattutto è circondato da scenari mozzafiato, come il Palazzo D’Avalos, l’ex carcere dell’isola, e le incantevoli scogliere di tufo.

Come arrivare alla spiaggia della Chiaia

La spiaggia della Chiaia è considerata un vero scrigno ricco di preziose risorse storiche e naturali, situata ai piedi di un tipico scenario mediterraneo.

La sua posizione infatti è davvero suggestiva in quanto questa spiaggia, sita ai piedi della cittadina isolana di Procida, nelle Isole Fregree, è considerata la più caratteristica in quanto incastonata tra le meravigliose scogliere che si affacciano a picco sul mare.

Proprio per questo, le vie d’accesso per raggiungere la spiaggia della Chiaia a Procida sono soltanto due.

La prima è percorrendo la meravigliosa scalinata dove, attraverso una passeggiata immersa tra la vegetazione del luogo, è possibile ammirare lo spettacolare Golfo di Napoli.

La scalinata che porta a questa spiaggia, è composta da circa 180 scalini, ma come appena detto, è immersa in un contesto naturale molto suggestivo e dunque risulta essa stessa un’esperienza unica nel suo genere.

La seconda possibilità invece è l’accesso via mare e dunque, scegliendo questa opzione, si dovrà arrivare necessariamente per mezzo di un’imbarcazione.

Nonostante le numerose e belle spiagge di Procida come, ad esempio, la spiaggia del Postino (che è stata la location cinematografica dell’omonimo film), quella della Chiaia, che in dialetto significa proprio spiaggia, è quella più amata e apprezzata.

Proprio per la sua collocazione che allo stesso tempo è turistica, ma anche avvolta da una natura selvaggia ed esclusiva, la spiaggia della Chiaia viene scelta da migliaia di visitatori ogni estate e non solo.

Per via del luogo su cui sorge, la spiaggia offre sicuramente uno scenario naturale mozzafiato, ma, chiaramente, sono pochi i servizi turistici nelle immediate vicinanze.

Infatti, se pur presente uno stabilimento balneare e un bar – ristorante, la scelta è limitata a questa unica struttura, limitazione che però permette di godere di un luogo mai esageratamente affollato.

Di certo la magnifica vista sulla Corricella e la particolare sabbia nera e i numerosi pesciolini che si possono avvistare anche vicino alla battigia, lascia che le ordinarie attrattive turistiche passino in secondo piano.

Del resto, questa esclusiva spiaggia è famosa proprio per il paesaggio e le caratteristiche selvagge risorse naturali di cui è circondata.

Come detto poco prima, la spiaggia presenta una zona balneare dove poter trovare tutti i comfort, grazie allo stabilimento che offre ai propri ospiti tutti i servizi principali, come ombrelloni, sdraio e docce.

In ogni caso è presente anche una spiaggia libera.

Per arrivare alla spiaggia libera della Chiaia non è necessario percorrere vie particolari, ma quelle citate prima ossia la scalinata o i mezzi d’imbarcazione.

E proprio per coloro che vogliono visitare la spiaggia libera della Chiaia attraverso un’esperienza via mare, è possibile noleggiare un mezzo privato in diverse località limitrofe e concedersi così un tuffo direttamente in acqua, ammirando nell’occasione questa meravigliosa spiaggia.

Dal mare infatti è possibile godere di uno scenario fuori dal tempo.

Sulle ripide scogliere di roccia e tufo infatti si affacciano le tipiche case dei pescatori, che sembrano essere state dipinte con la colorata tavolozza di un pittore.

Grazie a questa collocazione geografica strategica, fare un bagno nei pressi della spiaggia della Chiaia significa regalarsi un tuffo rilassante nel blu del Mediterraneo.

Qui si è al riparo dal vento e dalle correnti e l’acqua, limpida e cristallina, regala un’esperienza unica nel suo genere.

Un vero e proprio bagno con vista, dal momento che otre alla bellezza delle acque azzurre ci si trova davanti a un paesaggio raro e tipicamente mediterraneo.

Il plus è quello dei meravigliosi siti di interesse storico e artistico di cui Procida è ricca.

Dalla spiaggia della Chiaia di Procida è infatti possibile ammirare non solo i palazzi signorili che si affacciano sul mare, ma anche il suggestivo Castello di Procida.

Questa costruzione, chiamata anche Palazzo D’Avalos, è appartenuta all’omonima famiglia stabilitasi nell’isola nel ‘500 e che da qui ha governato fino al 18° secolo.

Inoltre, passeggiando sulla sabbia bruna della spiaggia, è possibile ammirare le storiche mura del carcere di Terra Murata, che sembra essersi fermata ai tempi andati, ancora oggi immobile intenta ad osservare il passare del tempo e il calmo moto del mare.

Come un paesaggio marino dipinto su tela, tra case di pescatori e suggestivi colori vivaci, la spiaggia della Chiaia accoglie visitatori e turisti l’intero anno.

A differenza delle altre spiagge, quella della Chiaia, che sorge sul litorale orientale di Procida, risulta essere quella ideale e anche se il suo accesso può sembrare poco confortevole, questa spiaggia in realtà è scelta da numerose famiglie con bambini.

Qui infatti è possibile trovare un piacevole fondo marino fatto di sabbia e le acque diventano profonde in modo graduale.

Inoltre, anche se la scalinata è composta da più di 180 gradini, essa nasce dal paese stesso e dunque, oltre che una giornata di mare è possibile godere delle bellezze storiche della città.

Conclusione

Tra arte e natura, la Spiaggia della Chiaia incanta per la sua bellezza e la sua esclusività.

L’accesso attraverso la scalinata conduce il visitatore tra le vie storiche di Piazza Olmo oppure Piazza San Giacomo, luogo dove è presente il secondo punto d’accesso alla scalinata.

Entrambe le piazze rappresentano spaccati suggestivi della città di Procida a cui, nel 18 Gennaio 2021, è stata designata Capitale Italiana della Cultura dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Pregiandosi di questo titolo, la Spiaggia della Chiaia è oggi conosciuta e visitata non solo per la strategica e suggestiva posizione, ma anche per essere un vero tesoro naturale incastonato tra meravigliose attrattive di carattere geografico, storico e anche artistico e culturale.